Archivio mensile:novembre 2013

Imparare per le canzoni

La settimana scorsa, ho ricevuto due CD che avevo ordinato via internet: Nel blu dipinto di blu di Domenico Modugno e Titanic di Francesco di Gregori. Ho passato delle belle ore a ascoltarli ed a imparare i testi.

Trovo il canto indispensabile per imparare una lingua straniera, ma sopratutto l’italiano, il quale fa una bella musica anche nel parlare quotidiano. Ascoltando una canzone, si utilizzano diverse parti del cervello che non vengono utilizzate normalmente. E se si canta la canzone, ancora migliore!

Abbiamo tutti avuto l’esperienza di quel brano di canzone persistente che non riusciamo a sfrattare dal cervello. Nello stesso modo, la musica può dare aiuto per ricordare le forme della lingua che non vogliamo dimenticare.

Inoltre, sappiamo tutti che bisogna fare molta molta ripetizione per imparare una lingua e tanta ripetizione può essere brutta! Cantando o ascoltando la musica però, la ripetizione diviene naturale, anche piacevole. Divertendosi, si impara.

A chi vorrebbe imparare l’italiano, consiglio la canzone.

Annunci

Autodescrizione

Il compito di classe: descriversi brevemente utilizzando aggettivi. Invece di una descrizione fisica, ho scelto di scrivere delle mie caratteristiche personali, in quanto che ne sono conscio per lo meno.

Né bello sono né brutto
ma misto, un po’ di tutto.

In qualche aspetto dotato,
ma in molti imbranato.

Normalmente socievole,
di quando in quando sgradevole.

Mi trovo però contento
e con volere intento
di vivere piacevole
in questo mondo benevole.

Perché questo blog?

Ciao! Sono Charlie. Da 3 o 4 anni, studio l’italiano. Cioè, passo 2 o 3 settimane l’anno a Lucca, seguendo uno corso intensivo e participo, durante l’anno, in uno gruppo di conversazione a Poulsbo, piccolo paese nel nord-ovest degli Stati Uniti dove abito. A parte questi corsi, i miei studii sono stati principalmente autodidattici e penso che continuino così.

Di quando in quando, ho scritto qualche frase in italiano, o per l’insegnante o per me stesso. Nel futuro, penso publiccare i miei scarabocchi qui. Invito tutto commento che mi aiuti e chiedo la vostra pazienza per gli errori che faccio.

Di più, sarò molto contento se altri studenti della lingua italiana trovino qui qualcosa utile.